Benefici dei probiotici nella depressione

Benefici dei probiotici nella depressione
1 gennaio 2019
Visualizzazioni: 71 Commenti:: 0

Benefici dei probiotici nella depressione

Sappiamo che le cellule batteriche presenti nel nostro intestino hanno scopi innumerevoli, compresa:

·      la digestione del cibo,

·      la produzione di alcune vitamine,

·      la regolazione della nostra immunità.

Oggi, i ricercatori teorizzano che i batteri intestinali possono giocare un ruolo importante nelle condizioni neuropsichiatriche come l'ansia e la depressione. Alcuni scienziati ritengono che il cervello e il sistema digestivo comunichino attraverso i neurotrasmettitori.

Quindi:

l'ansia o la depressione possono causare, ad esempio, dolore addominale

Viceversa:

dolore cronico addominale o stitichezza possono causare ansia o depressione

Se i batteri svolgono un ruolo in queste condizioni, allora l'aggiunta di probiotici batteri buoni può aiutare a trattare tali disfunzioni.

Di recente è stato condotto uno studio su 40 pazienti con sintomi depressivi, i pazienti sono stati divisi in due gruppi: per 4 settimane il gruppo A ha ricevuto un pool di probiotici B. bifidum, B. lactis, L. acidophilus, L. brevis, L. casei, L. salivarius L. lactis, il gruppo B ha ricevuto un placebo.

I pazienti trattati con supplementazione probiotica hanno mostrato una significativa riduzione dei sintomi legati alla depressione, con miglioramento dell'umore e riduzione dell'aggressività.

I risultati di questo studio sono stati i primi a dimostrare che l'ingestione di probiotici può aiutare a migliorare l'umore e coadiuvare il trattamento della depressione.

Se segui una terapia con antidepressivi, senza il consulto del medico non pensare minimamente a lasciare i farmaci per passare ad uno yogurt, ma in caso di ansia o di occasionale depressione, considera che sono molti gli studi che evidenziano i benefici dei probiotici nel trattamento di questi stati.

Consulta il nostro staff per avere indicazioni sui probiotici più adatti alle tue esigenze!

Commenti:

Scrivi un commento