Integratori prostata: quando assumerli e come agiscono

Integratori prostata: quando assumerli e come agiscono
12 novembre 2020
Visualizzazioni: 116 Commenti:: 0

Integratori prostata: quando assumerli e come agiscono

La prostata è una ghiandola che fa parte del sistema riproduttivo maschile, ha le dimensioni di una noce, avvolge la parte superiore dell'uretra ed è responsabile della produzione della maggior parte del fluido nello sperma, di conseguenza, l'allargamento o l'infiammazione della prostata può influire negativamente sulla funzione sessuale e sulla minzione. In generale i problemi principali che possono verificarsi nella prostatae che possono richiedere l'assunzione di integratori prostata sono:

  • Prostatite, ossia una infiammazione o infezione della prostata
  • Iperplasia prostatica benigna (IPB), ingrossamento della prostata correlato all'età
  • Cancro alla prostata, il cancro più comunemente diagnosticato negli uomini in tutto il mondo e la quarta causa di morte per cancro negli uomini.

Integratori per prostata e vie urinarie

Sebbene gli integratori non possano trattare o curare questi problemi, diversi studi ritengono che alcuni integratori prostatici possono aiutare ad alleviare i sintomi associati all'infiammazione della prostata, meglio consultare il proprio medico prima dell'uso, soprattutto se si notano possibili segni di infezione e se si prendono farmaci per altre patologie. Gli integratori prostata non sono così strettamente regolamentati come i medicinali soggetti a prescrizione per questo la loro qualità, sicurezza ed effetti possono variare. 

Integratori naturali per la prostata

Con l’iperplasia prostatica benigna la prostata è più grande del normale, in questo caso può causare problemi come un flusso di urina debole o eccessiva minzione durante il giorno. Un farmaco su prescrizione per trattare i sintomi, può essere una buona soluzione ma se si temono gli effetti collaterali o semplicemente si preferisce non prendere medicine, gli integratori più comunemente usati sono:

  • Beta-sitosterolo, sostanza presente in molte piante. Non influisce sulle dimensioni della prostata ma può aiutare la vescica a svuotare e dare un flusso di urina più forte, migliorando anche altri sintomi nel suo complesso.
  • Pygeum, proviene dalla corteccia del susino africano. Sembra che aiuti alcuni uomini con IPB a svegliarsi meno di notte per fare pipì, andare meno volte durante il giorno, avere un flusso di urina più forte e svuotare meglio la vescica.
  • Estratto di polline di segale: questa sostanza può migliorare una serie di sintomi come l’eccessiva minzione o dolorosa, flusso debole di urina, urgente bisogno di fare pipì.
  • Serenoa repens,  è un albero nano che cresce in Nord America, diversi studi sostengono che riduce le dimensioni della prostata e allevia i sintomi urinari, difficoltà a fare pipì, flusso debole, bisogno urgente di urinare. Per i primi risultati ci vogliono dalle 4 alle 6 settimane.
  • Semi di zucca, l'estratto di olio, sembra aiutare ad alleviare i sintomi dell'IPB e ridurre le dimensioni della prostata. Può anche essere utile insieme ad altri integratori come Serenoa.
  • Ortica, la sua radice può aiutare per il flusso di urina e la sveglia notturna per fare pipì.

Fitoprostat fornisce un'associazione di estratti erbali standardizzati, contiene Palma nana (Serenoa repens) che sostiene la funzionalità prostatica e delle vie urinarie, Ortica che favorisce il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità delle vie urinarie, e semi di zucca liofilizzati che possiedono entrambe le proprietà degli estratti precedenti. Completano la formulazione Selenio e Zinco, che contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Mediplant Prostafor è un integratore alimentare utile per il benessere della prostata in caso di infiammazione o ingrossamento. Composto principalmente da una miscela di Serenoa repens, Licopene, Selenio e Meriva, complesso derivante dall'estratto di Curcuma e utile per l’attività antiossidante.

Prostamev plus, integratore e complemento alimentare a base di ingredienti costituiti da piante o derivati. Un rimedio naturale che può contribuire al corretto mantenimento del benessere dell'organismo ottimizzando lo stato nutrizionale. Grazie ai suoi principi attivi, naturali e vegetali, stimola le fisiologiche funzioni della prostata, il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità delle vie urinarie. Contiene Serenoa, ortica e ananas.

Prostata ingrossata miglior integratore

Prostamol Integratore alimentare a base di Serenoa Repens che contribuisce a favorire la funzionalità della prostata e delle vie urinarie.

Urogermin Prostata

E' un integratore alimentare a base di Serenoa repens, Avovida-estratto di Avocado e Soia, Pomodoro frutto titolato in Licopene, Selenio e Zinco. La Serenoa repens frutto estratto lipidico favorisce la funzionalità della prostata, il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità delle vie urinarie. Il Solanum Lycopersicum (Pomodoro frutto), titolato in Licopene, possiede proprietà antiossidanti e favorisce, in sinergia con la Serenoa, la funzionalità della prostata. Completano la formulazione il Selenio, che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e lo Zinco per una normale funzione del sistema immunitario.

Integratori per la prostata effetti collaterali

Gli integratori non sono soggetti a prescrizione medica ma è meglio parlare con un medico prima di iniziare a prenderli, soprattutto perché potrebbero causare problemi interferendo con altri medicinali che già si assumono. Gli integratori prostatici utilizzano spesso sostanze a base di piante o erbe per inibire l'ingrandimento della prostata e consentire di svuotare completamente la vescica durante la minzione. Non sono noti particolari effetti collaterali, questo tipo di integratori è ritenuto abbastanza sicuro per la maggior parte delle persone, tuttavia in alcuni casi sono stati riscontrati nausea, vomito, diarrea, costipazione, mal di testa e vertigini. Naturalmente va contattato un medico e sospeso il trattamento.

Miglior antinfiammatorio per prostatite

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l'ibuprofene possono essere utili per ridurre  il dolore è importante parlare con il medico prima dell’assunzione perché possono avere effetti collaterali, come irritazione allo stomaco e ulcere gastriche.
  • Farmaci antidolorifici da banco come il paracetamolo sono in genere consigliati per contrastare qualsiasi dolore e alleviare i sintomi.

Foto di Karolina Grabowska da Pexels

Commenti:

Scrivi un commento