Sovrappeso e obesità hanno cause multifattoriali, tra cui anche un ambiente ”obesogeno”

Sovrappeso e obesità hanno cause multifattoriali, tra cui anche un ambiente ”obesogeno”
28 gennaio 2019
Visualizzazioni: 185 Commenti:: 0

Sovrappeso e obesità hanno cause multifattoriali, tra cui anche un ambiente ”obesogeno”

È un dato di fatto, sovrappeso e obesità sono condizioni sempre più diffuse al giorno d’oggi.

 Solo in Italia, infatti, il circa il 37% dei bambini e degli adolescenti ha problemi di peso; percentuale che supera il 58%, negli adulti. 

Ma conosci quali sono le cause di questo fenomeno, purtroppo in crescita? Scopriamole insieme!

Sovrappeso e obesità sono patologie multifattoriali, vale a dire sono originate da più fattori, spesso collegati tra loro. 

Oltre alla predisposizione genetica e ad abitudini  alimentari sbagliate, troviamo un profondo cambiamento nei modelli comportamentali della società moderna, che ci portano a vivere in un ambiente obesogeno.

Proprio così, sembra essere l’ambiente che ci circonda, il principale responsabile di quella che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) definisce come “una silente epidemia globale”.

Vale a dire:

  • Incessante offerta di cibi sempre più ricchi di grassi saturi
  • Tendenza alla sedentarietà
  • Lavori fisicamente meno impegnativi
  • Crescente utilizzo dei mezzi di trasporto

Tutto ciò è chiaro che porti costantemente ad un netto squilibrio fra l’apporto e il dispendio energetico, e di conseguenza ad ingrassare.

Purtroppo, le malattie che derivano dal sovrappeso e soprattutto dall’obesità, sono molteplici, ipertensione arteriosa, aterosclerosi, diabete mellito di tipo 2, insufficienza respiratoria, apnee ostruttive notturne, peggioramento generale della qualità della vita e, addirittura, riduzione delle aspettative di vita.

Per non parlare dei risvolti e delle sofferenze psicologiche, che spesso portano alla tendenza all’isolamento e alla depressione, in una società che promuove la “magrezza” come sinonimo di bellezza.

Come correre ai ripari?

Sebbene, non esistano soluzioni miracolose, combattere gli eccessi ponderali, si può, adottando, o facendo adottare ai propri figli, uno stile di vita e comportamenti più salutari.

Il primo passo è quello di rivolgersi al proprio medico curante, ad un dietologo o un nutrizionista, sottoponendosi a una sorta di rieducazione alimentare: una vera e propria terapia comportamentale, attraverso la quale imparare a capire e modificare il proprio rapporto con il cibo, scegliendo quotidianamente gli alimenti giusti: meno calorie, grassi e zuccheri, in favore di frutta e verdura.

Al tempo stesso, è di fondamentale importanza ridurre la sedentarietà, ritagliandosi almeno 30 minuti ogni giorno per fare movimento, una passeggiata, un giro in bicicletta o qualsiasi attività fisica si preferisca.

Se necessiti di ulteriori informazioni su questo argomento, contattaci… lo staff della Farmacia Carella è a tua disposizione!


Commenti:

Scrivi un commento