Vitamina C: prevenzione dei sintomi influenzali

Vitamina C: prevenzione dei sintomi influenzali
3 dicembre 2018
Visualizzazioni: 25 Commenti:: 0

Vitamina C: prevenzione dei sintomi influenzali

La Vitamina C, o Acido Ascorbico, è una sostanza idrosolubile fondamentale per la nostra salute, svolge infatti numerose funzioni essenziali per l’organismo: consente la formazione del collageno, dell’adrenalina, è un potente antiossidante, favorisce l’assorbimento intestinale del ferro e ha un’azione protettiva verso il comune raffreddore.

Difatti, la Vitamina C aiuta le cellule a difendersi con maggiore efficacia dal raffreddore e dai virus influenzali. Ciò non significa che chi assume le dovute quantità di questa vitamina non contragga tali virus ma che l’organismo di tali individui sarà capace di ridurre durata e gravità dell’influenza.

La Vitamina C, inoltre, favorisce il benessere del Sistema Immunitario. Studi hanno evidenziato che una ridotta concentrazione di Vitamina C nel plasma riduce la risposta immunitaria e la capacità dei neutrofili di uccidere i batteri e l’attività citotossica.


Ma quali sono i cibi che contengono la Vitamina C?


La Vitamina C è presente in frutta e verdure fresche come:


- Agrumi
- Ananas
- Kiwi
- Fragole
- Ciliegie
- Lattuga
- Radicchi
- Spinaci
- Broccoli
- Pomodori
- Peperoni
- Tuberi


È importante sapere che tale vitamina si perde facilmente, ad esempio se gli alimenti vengono esposti all’aria per lungo tempo o conservati in recipienti di rame che ne favoriscono l’ossidazione.
Anche la cottura porta alla perdita di Vitamina C, per ovviare a ciò è importante mangiare gli alimenti crudi o cuocerli in poca acqua, per poco tempo, in recipienti chiusi.


Negli adulti la dose quotidiana raccomandata di vitamina C è di 60 mg, che aumenta nei soggetti fumatori poiché il fumo di sigaretta ne abbassa i livelli ematici.


Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Contatta lo staff della Farmacia Carella!

Commenti:

Scrivi un commento